La musica nel gioco: fra casinò, rock e sound designer

Info

Pubblicato il:23/04/2021
Immagine


La musica celebra eventi importanti, inaugurazioni di manifestazioni sportive e tutti i riti religiosi esistenti, oltre a essere molto presente all’interno del mondo del gioco. Impensabile entrare in un casinò e non trovare musica di sottofondo, scelta rigorosamente dal manager della sala da gioco, oppure navigare nel menù di un videogame e non essere coinvolti dal motivo sonoro che ci accompagna.

L’influenza della musica nel gioco: i sound designer e le colonne sonore


Probabilmente non ce ne rendiamo neanche conto, ma la musica accompagna ogni singolo aspetto delle nostre vite. Jingle pubblicitari, suonerie dei telefoni, sigle di serie televisive, fino ad arrivare alle musiche che ci intrattengono nell’attesa per poter parlare con un operatore telefonico. Anche nel gioco la musica e il suono hanno una parte preponderante: per celebrare una vittoria o anche per comunicarci un “passo falso” durante la partita, è una presenza fissa di accompagnamento in ogni fase di gioco. Dietro a questo fenomeno c’è un vero e proprio “esercito” di musicisti e sound designer specializzati nel creare musica per videogame e giochi virtuali, come il sardo Alessandro Coronas, nato batterista ma successivamente divenuto esperto nella composizione di musiche per giochi. Altri giochi invece tendono a raggruppare decine e decine di hit per legare indissolubilmente l’esperienza di gioco a sensazioni sonore: uno dei più famosi è sicuramente GTA, con musiche che variano dal rock al funky, passando per reggae e soul, finendo per il metal.

La musica nei casinò online e fisici


Gioco e musica quindi, connubio fra due delle più grandi passioni del genere umano, due interessi che accompagnano l’uomo da sempre. Che si tratti infatti di gioco virtuale o fisico non può ad esempio mancare la musica all’interno delle slot: nei casinò online in Italia o in altri Paesi, è proprio questo gioco a fare della musica un’assoluta protagonista. L’associazione musica e slot è uno degli esempi più riusciti del legame fra note e gioco, e i software ispirati a Jimi Hendrix, a Motörhead o Guns N' Roses, questi ultimi finalmente in Italia quest’anno, finendo con i Village People, sono soltanto alcuni saggi di quanto le case di produzione di giochi investano nell’intrattenere anche l’orecchio del giocatore. Il discorso vale alla stessa maniera per i casinò fisici, dove ovviamente viene preferita musica classica o jazz per creare un’atmosfera più rilassante attorno ai tavoli verdi da gioco. Non di rado si è discusso a tal proposito degli effetti psicologici che ha la musica sul cervello mentre si gioca: diversi studi scientifici hanno dimostrato infatti che effetti sonori e colonne musicali garantiscono una vera e propria sensazione di piacere al giocatore, e in parte con ciò si spiega perché alcuni giocatori si appassionano a una sola slot machine o a un gioco in particolare.

Immagine


Fonte: Unsplash

La relazione fra musica e gioco fonde due grandi elementi che veicolano emozioni nelle persone. Per questo motivo qualsiasi incipit sonoro, jingle o musica legati a un gioco vengono studiati nei minimi dettagli prima di essere approvati e successivamente essere liberati sul mercato. Inoltre, questo settore può rappresentare una risorsa importante per musicisti e sound designer per poter dare spazio alla propria vena creativa e musicale, e ascoltare un giorno la propria produzione intrattenere giocatori di tutto il mondo su un videogame o slot machine, proprio come è capitato a Alessandro Coronas con il gioco Mutazione.
Articolo a cura di Gianluca 'Graz' Grazioli

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per questo articolo! Vuoi essere il primo?