Copertina 7

Info

Anno di uscita:2021
Durata:62 min.
Etichetta:Frontiers Records

Tracklist

  1. TRAUMATIZED
  2. NOTHING REMAINS
  3. ARRHYTHMIC DISTORTIONS
  4. LIKE YOU, LIKE ME
  5. SCORCHED EARTH
  6. GENESIS PART 1: THE CELESTIAL ARCHITECT
  7. GENESIS PART 2: EVOLUTION OF MAN
  8. GENESIS PART 3: THE HUMAN EQUATION
  9. GENESIS PART 4: END OF ENTROPY

Line up

  • Christian Pulkkinen: Keyboards
  • Olli Hakala; Bass
  • Petri Mäkilä: Guitars
  • Nicholas "Solomon" Pulkkinen: Guitars
  • Tatu Turunen: Drums
  • Niklas Broman: Vocals
  • Erik Kraemer: Vocals

Voto medio utenti

Carissimi lettori di metal,.it, in particolare amanti del prog-power, siete in crisi d’astinenza da Symphony X, alla stessa stregua di un tossico alle prese con la propria dose giornaliera?
Pur di colmare questo vuoto, sareste disposti perfino a optare per roba di seconda scelta, nell'estenuante attesa che il prodotto originale, prima o poi, giunga tra le vostre mani e vi inondi le vene/orecchie con la sua genuinità...o meglio, in altri termini, (onde evitare che con questi ambigui parallelismi qualcuno possa insospettirsi) prima che Romeo e soci sfornino un nuovo album?
Beh, se siete messi cosi male e al limite della sopportazione (come il sottoscritto), vi consiglio i Simulacrum, interessanti musicisti scandinavi che, con Genesis, giungono al traguardo del terzo disco in studio, il primo per Frontiers Records.

Mettiamo subito le cose in chiaro, i Simulacrum non inventano assolutamente niente di nuovo, sono autori di prog-power tradizionale e malignamente li si potrebbe subito etichettare come una delle tantissime “bands-clone” dei già citati Symphony X, le cui influenze sono palesi sin dall’iniziale Traumatized. Tuttavia, nonostante le evidentissime analogie con la band del New Jersey, questi finlandesi suonano veramente bene e sono autori di fraseggi ed assoli tecnicamente impeccabili ad opera dei chitarristi Nicholas Pulkkinen e Petri Makila e del tastierista Christian Pulkkinen (fondatore della band).
Nella prima metà del disco, oltre agli onnipresenti Symphony X, vi sono evidenti richiami a band come i connazionali Status Minor (è questo il caso di Nothing Remains o Scorched Earth), mentre un brano come Arrhythmic Distortions, con la sua sezione ritmica sincopata ed alcuni inserti tastieristici moderni, ricorda vagamente i francesi Spheric Universe Experience.
Forse il pezzo leggermente più originale è rappresentato dalla semi-ballad Like You, Like Me che si fa apprezzare per la sua eleganza.
La seconda metà del disco invece è caratterizzata dalla suite Genesis che da il titolo all’intero lavoro, della durata complessiva di circa 31 minuti e che probabilmente è il vero e proprio fiore all’occhiello di quest’ultima fatica dei Simulacrum.
L’opera è divisa in 4 parti, nelle prime due, intitolate The Celestial Architect e Evolution Of Man dominano l’aggressività e la tecnica grazie a riffs e assoli killer che faranno contenti molti nostalgici del prog-power anni 90, ma già verso la fine del secondo atto della suite, sono il basso di Olli Haka e soprattutto il suono pulito di pianoforte di Christian Pulkkinen che prendono il sopravvento e preparano il terzo capitolo di Genesis ovvero l’intima e riflessiva The Human Equation (“eppure tutto questo mi ricorda qualcosa?” citazione dal film Ritorno Al Futuro). Il cosiddetto “Grand Finale” spetta a End Of Entropy, brano multiforme in cui le ritmiche tornano dispari per merito della batteria di Tatu Turunen, chitarre e tastiera tessono trame ipnotiche e le voci (eh si perchè i Simulacrum hanno ben 2 cantanti!) di Niklas Broman ed Erik Kraemer alternano momenti delicati con altri più aggressivi, raggiungendo vette assai elevate.

Una bella sorpresa questi finlandesi, non c’è che dire, hanno classe, eleganza, tecnica e un gusto unico per la melodia che si amalgama perfettamente con la ferocia tipicamente power. Sia chiaro, non inventano niente, è importante ribadirlo, ma ciò che compongono, è fatto con stile e gusto, per cui un amante del prog-power tradizionale non può certo non apprezzare.
Promossi!


Recensione a cura di HectorF78

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.