Archivio delle recensioni

Ryders Creed - Lost Souls

Band inglese nata nel 2017 dalle ceneri dei Black Rose Cadillac con all'attivo 2 album, l'ultimo dei quali " Lost Souls" è l'oggetto della nostra recensione. E qui fermi tutti...questo lavoro cresce ascolto dopo ascolto, non fermatevi ad un passaggio veloce che ve lo farebbe valutare superficialmente, fin dall'opener " Memories " deve essere chiaro che siamo di fronte probabilmente ad... »

Sivyj Yar - Из тьмы вымерших деревень (From the Dead Villages' Darkness)

Quarto full-length del polistrumentista Vladimir , dove le tematiche non si scostano, ma rimangono ben radicate nel terreno. Mitologia e poesia slava, disperazione e povertà umana nei primi anni del ‘900, durante il genocidio e collettivizzazione agricola introdotta dal regime bolscevico ai danni dei contadini Ucraini e Russi. Il tutto nascosto e celato sotto una coltre di fitta nebbia per diversi anni. Nell’artwork dell’album... »

Eternal Armageddon - In Light in Dark in Hate

Ma voi ve l’immaginate una band black/thrash che suona black/thrash e vomita satanismo in Bangladesh? No? E invece eccola qua! Gli Eternal Armageddon , infatti, vengono proprio da Dhaka, Bangladesh, e suonano proprio black/thrash, e se proprio la vogliamo dire tutta, non sono manco così tanto male, anzi… Immaginate i nostrani Necrodeath, con tutte le dovute e sacrosante proporzioni e con tutto il rispetto dovuto, che decidono di... »

Sorcerer - Lamenting of the Innocent

Emozione, melodia, classe ed oscurità: queste sono le parole chiave per capire ed apprezzare un disco come Lamenting Of The Innocent . I Sorcerer hanno pian piano trovato la loro via e con questo terzo lavoro emerge tutta la loro personalità. Essendo io un amante del doom e dell’heavy classico ho apprezzato l’eccellente In The Shadow of The Inverted Cross , primo album della band svedese che coniugava al... »

Feleth - Depravity

I Feleth sono 5 ragazzotti norvegesi, piuttosto giovani, che giungono al debutto con il presente “ Depravity ”, disco che, se da un lato, mostra una certa convinzione di base e una discreta capacità compositiva, dall’altro lato, invece, è quanto di meno originale ci possa essere. Il death metal melodico della band, che si pregia di alcuni parti veramente heavy, è pervaso da un costante senso di dejà... »

Ubi Maior - Bestie, Uomini e Dèi

Gli Ubi Maior , con il qui presente “Bestie, Uomini e Dèi” , alle mie orecchie sono riusciti a creare il ponte ideale tra il rock progressivo italiano - con i suoi testi immaginifici dal gusto cantautorale - e il neo-prog dal respiro internazionale (penso a Pendragon e IQ). Forti di un’esperienza pluriennale (la band è nata nel 2000), il sound personale e maturo che caratterizza il full-length rievoca artisti... »

Paradise - Paradise

Scomparsi dai radar per circa quindici anni, i canadesi Paradise tornano improvvisamente alla ribalta con un nuovo album. Nei primi anni 2000 avevano ottenuto un certo riscontro dapprima con "Rock anthropologists on the Kon Tiki voyage" (2003) e successivamente con "Hotel" (2004), anche grazie alla collaborazione con due mostri sacri del metal mondiale come Michel "Away" Langevin e del compianto Denis... »

Sinister - Deformation Of The Holy Realm

Quando si parla degli olandesi Sinister ammetto di essere spudoratamente di parte, li amo da sempre, sono una delle mie bands preferite e li ritengo, senza tema di smentita, una delle migliori death metal bands di sempre, non solo in ambito europeo. Li amo così tanto che mi piacevano persino gli album con Rachel Heyzer alla voce. Quanto detto mi serve per introdurre il nuovo “ Deformation Of The Holy Realm ”,... »

One Desire - Midnight Empire

Dopo un debutto come “ One desire ”, incensato da critica e pubblico (forse in maniera fin un po’ troppo “entusiasta” …), era inevitabile inserire il nome degli One Desire nell’elenco dei “sorvegliati speciali” della scena melodica emergente, a cui affidare l’onere e l’onore della “continuazione della specie”. Ebbene, “ Midnight empire ” affronta l’impegno con disinvoltura e determinazione, riproponendo la miscela di... »

Pattern-Seeking Animals - Prehensile Tales

A pochi mesi di distanza dall’ esordio omonimo , i Pattern-Seeking Animals ci regalano il nuovo “Prehensile Tales” , e i dubbi espressi l’anno scorso tornano prepotentemente a farsi strada. Non fraintendetemi, la band guidata da John Boegehold sa scrivere buone (a volte ottime) canzoni, ma continuo a non trovare un vero... »

« Precedente Seguente »

Filtri

21696 recensioni trovate con questi criteri