Rock n'Poker

Info

Pubblicato il:18/03/2021
La serata perfetta non esisterà, ma una a base di poker e musica – ancor meglio se metal – è ciò che più vi si avvicina. Pensate alla combinazione tra la carica caratteristica di questo genere e l’adrenalina che solo il più famoso dei giochi di carte può trasmettere. Lo hanno capito bene i tanti musicisti metal – con i chitarristi in prima linea – che non possono proprio resistere alla tentazione di godersi un’avvincente partita con in background le loro canzoni preferite, ancora meglio se dedicate proprio al poker.

Vediamo ora quali sono gli migliori artisti metal con una passione sfrenata per il poker:

Immagine


Liv Boeree
Riassumere la vita di questa poliedrica ragazza in poche righe è davvero un compito arduo: laureata in fisica e astrofisica all’Università di Manchester, chitarrista solista dei gruppi heavy metal Nemhain e Dissonance, attrice, presentatrice televisiva e speaker di Ted.
La sua rapida ascesa nell’Olimpo del poker iniziò nel 2005 con la partecipazione al reality Showdown, in cui ricevette lezioni dai top player statunitensi.
Questa esperienza la portò a vincere il Ladbrokes European Ladies Championship nel 2008, l’European Poker Tour - EPT di Sanremo nel 2010 con un montepremi di 1.698.300 dollari e il World Series of Poker - WSOP di Los Angeles nel 2017.
Oggi, Liv si destreggia anche abilmente in tornei di poker online. Non c’è davvero soprannome più adeguato per l’unica donna finora capace di vincere entrambe l’EPT e il WSOP: Iron Maiden, la “signora di ferro”.

Immagine


Scott Ian
A quarant’anni di distanza dalla loro fondazione, gli Anthrax sono ancora uno dei gruppi più importanti della scena metal mondiale.
Il merito di questa longevità è da attribuire soprattutto alla genialità – accompagnata dallo stile inconfondibile – dell’unico superstite della formazione originale. La celebrità del chitarrista ritmico e autore della maggior parte dei testi della band si spinge però ben oltre il mondo della musica. Scott Ian, infatti, è anche noto per le sue numerose partecipazioni al WSOP.
Nel 2009, per esempio, chiuse il torneo di Las Vegas in 637esima posizione, aggiudicandosi un premio di 21.365 dollari.
Si vocifera che ami il poker a tal punto da organizzare tornei casalinghi con Kirk Hammett dei Metallica, Jerry Cantrell degli Alice in Chains e Slash dei Guns n’Roses. Chissà che musica – e che puntate – con amici di questo calibro.

Immagine


Steve Albini
Le sue collaborazioni in veste di tecnico del suono con artisti come Robert Plant, Nirvana e Foo Fighters e la fondazione degli Shellac – di cui è cantante e chitarrista –hanno reso Steve Albini una leggenda della musica.
Il poker è l’altro grande amore del californiano che, dopo una gavetta lunga una vita, si è classificato primo nell’evento #31 del WSOP di Los Angeles nel 2018. Più che il montepremi di 105.629 dollari, stupisce il fatto che Albini abbia sconfitto altri oltre 300 partecipanti, dei quali 15 campioni già “braccialettati” nel final table.
Se ci si pensa bene, questo risultato non sorprende più di tanto. Il piccolo Steve iniziò infatti a giocare a poker a soli 7 anni grazie agli insegnamenti della nonna, suo padre era uno dei migliori giocatori di bridge della sua epoca e il resto della famiglia si divertiva spesso facendo partite a pinnacolo.

Immagine


Sully Erna
Oltre a essere uno dei migliori cantanti heavy-metal statunitensi, il leader dei Godsmack è anche un talentuoso giocatore di poker.
La sua avventura professionistica, iniziata nel 2006 con la vittoria di 17.730 dollari al WSOP, raggiunse il suo apice l’anno successivo con la seconda posizione e i 307.325 dollari vinti al Five Diamond World Poker Classic - WPT, sempre a Las Vegas.
Testimone indelebile di questa passione è il tatuaggio “No Justice” che Erna ha sulla schiena.
Accompagnata da quattro assi fiammeggianti, questa scritta gli ricorda non solo una brutta sconfitta, ma anche che non c’è proprio giustizia nel poker.

Le emozioni al tavolo da poker
Combinazione perfetta di abilità e fortuna, il poker è uno dei pochi giochi capaci di offrire ai musicisti le stesse emozioni che si provano esibendosi ogni sera davanti a migliaia di fan in estasi.
Non stupisce quindi che leggende del metal come Liv Boeree, Scott Ian, Steve Albini e Sully Erna amino così tanto il poker e vi si dedichino non solo con gli amici, ma anche partecipando ai tornei più importanti del mondo.

Immagine
Articolo a cura di Gianluca 'Graz' Grazioli

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per questo articolo! Vuoi essere il primo?

© 2002-2021 Metal.it / Privacy policy