GONG - The Universe Also Collapses

Copertina 7

Info

Genere:Prog Rock
Anno di uscita:2019
Durata:43 min.
Etichetta:Kscope

Tracklist

  1. FOREVER REOCCURRING
  2. IF NEVER I'M AND EVER YOU
  3. MY SAWTOOTH WAKE
  4. THE ELEMENTAL

Line up

  • Fabio Golfetti: guitar, backing vocals
  • Ian East: saxophones, flute, bass clarinet
  • Cheb Nettles: drums, backing vocals
  • Dave Sturt: bass guitar, backing vocals
  • Kavus Torabi: vocals, guitar, harmonium

Voto medio utenti

Se per Robert Fripp i King Crimson sono sempre stati “un modo di fare le cose” (“a way of doing things”, cit.), non si può non dire lo stesso dei GONG di Daevid Allen. Fondati a Parigi alla fine degli Anni Sessanta dall’artista e dalla moglie Gilli Smyth, proprio come i colleghi britannici hanno avuto una carriera intermittente sotto l’ala protettrice del “padre/padrone” Allen, attivo per primo in modo non continuativo.

Questa regia non è venuta meno neanche dopo la scomparsa nel 2015, quando ha convinto i suoi ultimi compagni di viaggio (Fabio Golfetti, Ian East, Cheb Nettles, Dave Sturt e Kavus Torabi) a dare un seguito alla mitologia da lui creata quasi cinquanta anni fa prima con l’album “Rejoice! I’m Dead!” del 2015 e poi con il qui presente “The Universe Also Collapses”, prima release per l’ottima Kscope.

Il mix di psichedelia, space rock e melodie di matrice canterburyiana - pur non reggendo il confronto con album storici come “Camembert Electrique” o la trilogia di Radio Gnome - rende giustizia allo storico monicker con eleganza e coerenza in un’ideale “atto d’amore” che traspare forte e chiaro da tracce come la lunga “Forever Reoccurring”, la dinamica “If Never I’m And Ever You” o la spigolosa “My Sawtooth Wake”. Fa invece storia a sé la conclusiva “The Elemental” che sembra stata partorita dalla mente di Syd Barrett.

Un album che va ben oltre la semplice “operazione nostalgia”.

Recensione a cura di Gabriele Marangoni

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.