Copertina 6,5

Info

Genere:Gothic / Dark
Anno di uscita:2011
Durata:50 min.
Etichetta:L.A.Riot Survivor Records

Tracklist

  1. WHISPERING CLOUDS
  2. THE BLACK ANGEL OF GOOD
  3. SHE'LL FLY AWAY
  4. DESDEMONA
  5. SWEET DANCING MOON
  6. TIME GOES ON
  7. SO I AM
  8. AUTUMN BREEZE
  9. YOU WILL CALL MY NAME
  10. LITTLE SCORPION

Line up

  • Annalisa Belli: Vocals
  • Pierpaolo Capuano: Guitars
  • Paolo Tempesta: Bass
  • Massimiliano Fiocco: Drums

Voto medio utenti

Gavetta. C'è chi non ne fa e chi ne fa un bel pò. E' quest'ultimo il caso degli Alchem, in particolare nelle persone di Annalisa e Pierpaolo, che fin dal 1995 lavorano e collaborano, con gli Acidaluna prima e con gli Alchem poi. Il risultato di questi ormai 17 anni di lavoro è condensato in questo "Florilegium", primo full-lenght della band di stanza a Roma.

E bisogna dire che tutti questi anni di lavoro e di fatica si sentono eccome, così come si sentono le diversità dovute proprio al passare di questi anni. Lo stile si è raffinato, le canzoni sono simili tra loro in quanto a genere proposto, ma allo stesso tempo presentano diversità facilmente localizzabili.
Il tutto è incentrato perfettamente attorno alla voce suadente di Annalisa, vera anima della band, senza nulla togliere ai restanti membri: cara agli stilemi tipici del gothic, riesce comunque a barcamenarsi senza troppa fatica nel divagare musicale tra il prog e le atmosfere più oscure, donando una nota caratteristica ad ogni brano. "So I Am" in questo è forse la canzone più caratteristica, assieme alla successiva "Autumn Breeze", dove i toni si fanno ancora più malinconici e taglienti.

"Florilegium" è quindi un album obbligatoriamente variegato, che vede in questa caratteristica sia il proprio punto forte sia la propria debolezza, presentando un eclettismo notevole e un'ottima crescita personale, non riuscendo però a mantenere una netta coesione fra i brani, che spesso risultano dispersivi, mancando di amalgama. Ma come diceva il compianto Massimino: "Ditemi in che squadra sta sto Amalgama che lo compro". Tutto è possibile.

Quoth the Raven, Nevermore..
Recensione a cura di Andrea Gandy Perlini

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.