Metal.it Writers Poll 2022: il nostro anno visto dalla redazione

Info

Pubblicato il:24/12/2022
Amici di Metal.it!
è passato inesorabilmente un altro anno insieme, l'ennesimo da quel febbraio 2000 che ha visto ormai così tanto tempo fa la nascita di un sito come Metal.it.
Un anno che ci ha riportato parzialmente alla normalità, che ci ha riportato alla nostra amata musica anche dal vivo, sebbene la pandemia e la crisi economica stiano lasciando importanti strascichi anche nelle nostre vite quotidiane.

Nonostante questo stringiamo i denti ed andiamo avanti, ovviamente sempre con l'HEAVY METAL come colonna sonora della nostra vita.
Grazie per averci seguito e passato un altro anno insieme a noi, con questo che sta per terminare tra Metal.it, EUTK.net, la parentesi come Metalhammer.it e di nuovo Metal.it sono 23 anni che stiamo insieme e, sebbene il mondo sia cambiato così tanto da allora, percorriamo ancora questo cammino insieme a voi, con immutata passione e profondo impegno anche per il 2023.

Queste sono le classifiche di fine anno di tutti i redattori di Metal.it, con i nostri dieci migliori dischi, le nostre delusioni e tutto il resto.
Fateci sapere quale sono le vostre impressioni a riguardo ed ovviamente le vostre classifiche!

Adesso ci godiamo anche noi un po' di vacanza e stacchiamo la spina per un po', riducendo le pubblicazioni.
Ah, ovviamente non dimenticatevi l'appuntamento in diretta Youtube con IL CAPODANNO DEL MALE: vi daremo tra pochi giorni la data e l'orario da fissare sul calendario ;)
Che la gloria sia sempre con voi! Buone feste, ci rileggiamo nel 2023 ;)

DOMANDE:
1) Top 10 2022
2) Tre flop/delusione 2022
3) Top live 2022
4) Rivelazione 2022
5) Brano preferito/più ascoltato dell'anno
6) Gruppo di cui senti maggiormente la mancanza
7) Ricorderai sempre il 2022 come l'anno in cui...
8) Speranze musicali e non per il 2023


MARCO "AIMAX" AIMASSO

Immagine


Top 10 2022
1) PERFECT PLAN - Brace For Impact (Frontiers Music)
2) LIONVILLE - So Close To Heaven (Frontiers Music)
3) STREETLORE - Streetlore (Art Of Melody Music)
4) GENERATION RADIO - Generation Radio (Frontiers Music)
5) SATIN - Appetition (Art Of Melody Music)
6) CAPTAIN BLACK BEARD - Neon Sunrise (Mighty Music)
7) SKID ROW - The Gang’s All Here (earMUSIC)
8) H.E.A.T. - Force Majeure (earMUSIC)
9) AVATARIUM - Death, Where Is Your Sting (AFM Records)
10) JOURNEY - Freedom (Frontiers Music)


Immagine

Tre flop/delusione 2022
1) SWORD – III (Massacre Records)
2) HIT THE GROUND RUNNIN’ - Lost In Translation (Pride & Joy Music)
3) ARC OF LIFE - Don’t look down (Frontiers Music)


Top live 2022
Nulla da segnalare, in un anno che, per quanto mi riguarda, ha risentito ancora dell’onda lunga della pandemia …

Rivelazione 2022
Dico SATIN, nome (per me) nuovo del rock melodico, autore di un albo molto godibile e maturo …

Brano preferito/più ascoltato dell'anno
Sono settimane che tento di togliermi dalla mente “Flamenco” dei CAPTAIN BLACK BEARD, ma tra i più ascoltatati, anche perché parecchio diffusi, menziono pure gli SCORPIONS di “Rock Believer”, i GHOST di “Call Me Little Sunshine” (bellissimo anche il video) e l’inossidabile OZZY con “Patient Number 9“.

Gruppo di cui senti maggiormente la mancanza
E qui mi sa che mi ripeterò … i QUEENSRYCHE, quelli “veri”, però, non quella specie di (molto competente, invero …) “cover band” che frequenta il rockrama contemporaneo …

Ricorderai sempre il 2022 come l'anno in cui ...
Spero di cancellarlo presto dalla memoria, in realtà … poche cose positive e tante frustrazioni e difficoltà, magari non “terribili”, ma vissute in maniera eccessivamente passiva e ansiogena …

Speranze musicali e non per il 2023
Allora … serenità per tutti, la pace nel mondo, la fratellanza e l’uguaglianza globale, l’attenzione per l’ecologia … che altro? Ok, vabbè … tutta roba davvero un po’ “ovvia”, anche se forse, mai come oggi, il riflesso di un’utopia che sarebbe bello poter ancora sostenere … e quindi scelgo qualcosa di “leggermente” più egoistico e nel 2023 spero di essere, come diceva il grande Linus “vergognosamente felice!”
Ah, musicalmente auspico l’abolizione totale dell’auto-tune … vi prego, basta!!!

ALESSANDRO ARIATTI

Top 10 2022
1) DARE - Road to Eden
2) TREAT - The Endgame
3) GHOST - Impera
4) AXEL RUDI PELL - Lost XXII
5) OZZY OSBOURNE - Patient Nr. 9
6) DOROTHY - Gift from the Holy Ghost
7) STRATOVARIUS - Survive
8) THE DEAD DAISIES - Radiance
9) BATTLE BEAST - Circus of Doom
10) SABU - Banshee


MARCO "CAFO" CAFORIO

Immagine


Top 10 2022
1) PURE WRATH - Hymn to the Woeful Hearts (Debemur Morti Productions)
2) MORBIKON - Ov Mournful Twilight (Tankcrimes)
3) RAMMSTEIN - Zeit (Universal Music)
4) OCEANS OF SLUMBER - Starlight and Ash (Century Media Records)
5) AMORPHIS - Halo (Atomic Fire Records)
6) GAEREA - MIRAGE (Season of Mist)
7) ULTRA SILVAM - The Sanctity of Death (Shadow Records)
8) ACHERONTAS - Malocchio - The Seven Tongues of Δαημων (Zazen Sounds)
9) IN APHELION - Moribund (Edged Circle Productions)
10) LUNAR TOMBFIELDS - The Eternal Harvest (Les Acteurs de l'Ombre Productions)


Immagine

2) Tre flop/delusione 2022
Darkthrone, Coldworld, Amon Amarth.

3) Top live 2022
Rammstein a Torino, Elio e le Storie Tese a Bergamo, trittico dei miei Iron Maiden (Barcellona, Lisbona, Worcester).

4) Rivelazione 2022
Morbikon, In Aphelion.

5) Brano più ascoltato dell'anno
“Zeit” – Rammstein (anche a causa dell’insistenza di mia figlia)

6) Gruppo di cui senti maggiormente la mancanza
Ogni volta che mi capita di ascoltare gli Slayer mi prende la malinconia…

7) Ricorderai sempre il 2022 come l'anno in cui...
Son tornato ad un concerto dei Maiden dopo quasi tre anni di terribile astinenza (pur passando dal tragico annullamento di Bologna).

8) Speranze musicali e non per il 2023
Ripongo le speranze nel nuovo solista di Bruce Dickinson ed in una conclusione degna della saga di Indiana Jones.

MICHELE "CORONER" SEGATA

Immagine


Top 10 2022 In rigoroso ordine alfabetico:

ANIMA MORTE - Serpents In The Fields Of Sleep (Cadabra Records)
ASSUMPTION - Hadean Tides (Everlasting Spew)
AUTHOR & PUNISHER - Kruller (Relapse Records)
CONAN - Evidence Of Immortality (Napalm Records)
COSMIC PUTREFACTION - Crepuscular Dirge For The Blessed Ones (Profound Lore)
CULT OF LUNA - The Long Road North (Metal Blade)
DEATHBELL - A Nocturnal Crossing (Svart Records)
INNUMERABLE FORMS - Philosophical Collapse (Profound Lore)
MESSA - Close (Svart Records)
PSYCHONAUT - Violate Consensus Reality (Pelagic Records)


Immagine


BEPPE "DOPECITY" CALDARONE

Immagine


Top 10 2022
Non indico una vera classifica, ma i 10 album per me più significativi del 2022.

YMIR - Aeons Of Sorrow (Werewolf Records)
SKARE - Skare (Amor Fati)
MUIRTHEMNE - Chôłpna Pùstosc (Independent)
ΑΧΕΡΟΝΤΑΣ - The Seven Tongues Of Δαημων (Zazen Sounds)
IN APHELION - Moribund (Edged Circle Produtions)
DEATHSPELL OMEGA - The Long Defeat (Norma Evangelium Diaboli)
NOTTURNO - Obsessions (Hypnotic Dirge Records)
VÉHÉMENCE - Ordalies (Antiq Records)
SATANIC WARMASTER - Aamongandr (Werewolf Records)
KRVNA - For Thine Is The Kingdom Of The Flesh (Third Eye Temple)


Immagine

Tre flop/delusione 2022
Il disco che mi ha deluso di più, pur non essendo malvagissimo, è stato il nuovo di Coldworld.

Top live 2022
Non frequento i posti affollati.

Rivelazione 2022
Riot City: il loro secondo album mi ha colpito parecchio pur non essendo il mio “genere” ed il nuovo Ofdrykkja che hanno realizzato il miglior album non metal dell’anno.

Brano preferito/più ascoltato dell'anno
Troppi

Gruppo di cui senti maggiormente la mancanza
Nessuno

Ricorderai sempre il 2022 come l'anno in cui...
Mi sono sposato di nuovo

Speranze musicali e non per il 2023
Nessuna

SERGIO "ERMO" RAPETTI

Immagine


Top 10 2022:
1) FRETERNIA - The Final Stand (Rock Of Angels Records)
2) SATAN - Earth Infernal (Metal Blade Records)
3) WHITE SKULL - Metal Never Rusts (Rock Of Angels Records)
4) KREATOR - Hate Über Alles (Nuclear Blast Records)
5) LEATHERWOLF - Kill The Hunted (Rock Of Angels Records)
6) AVATARIUM - Death, Where Is Your Sting (AFM Records)
7) TANKARD - Pavlov's Dawgs (Reaper Entertainment)
8) FALLEN SANCTUARY – Terranova (AFM Records)
9) RIOT CITY - Electric Elite (No Remorse Records)
10) FER DE LANCE - The Hyperborean (Cruz del Sur Music)


Immagine

Tre flop/delusione 2022
01 RIOT CITY - Electric Elite (aspettative deluse parzialmente... ma cmq sempre in Top Ten)
02 WOLF – Shadowland (aspettative deluse parzialmente... e fuori da Top Ten)
03 ONWARD – Of Epoch and Inferno (comeback alquanto evitabile)


Top live 2022
01 TESTAMENT - Luppolo in Rock. Luglio 2022
02 MOONSPELL - Luppolo in Rock, Luglio 2022
03 WARKINGS – Wolfsnachte Tour, Novembre 2022


Rivelazione:
AQUILLA - Mankind's Odyssey (Ossuary Records)

Brano preferito/più ascoltato dell'anno:
WHITE SKULL – Ad Maiora Semper - da Metal Never Rusts (Rock Of Angels Records)

Gruppo di cui senti maggiormente la mancanza
Brainstorm... ero a un passo dal vederli dal vivo e riascoltare i pezzi di "Wall of Skulls", è la data saltata 24h prima!

ETTORE "HECTOR 78" FAMILIARI

Immagine


Top 10 2022
1) SEVENTH STORM - Maledictus (Atomic Fire Records): Sorprendente!
2) MICHAEL ROMEO - War Of The Worlds Pt. 2 (InsideOut Records): Fantastico!
3) AMORPHIS - Halo (Atomic Fire Records): Emozionante!
4) FRETERNIA - The Final Stand (Rock Of Angels Records): Magico!
5) SAXON - Carpe Diem (Silver Lining Music): Certezza!
6) TANKARD - Pavlov’s Dawgs (Reaper Entertainment): Granitico o Alcolico (fate voi!)
7) RIOT CITY - Electric Elite (No Remorse Records): Potente!
8) EVIL INVADERS - Shattering Reflection (Napalm Records): Incisivo!
9) OSYRON - Momentous (Independent): Intenso!
10) IRONFLAME - Where Madness Dwells (High Roller Records): Tagliente!


Immagine

*Fuori dalla TOP-TEN (per un pelo), ma altrettanto validi:
MAULE – Maule (Gates Of Hell Records)
VENATOR – Echoes From The Gutter (Dying Victims Productions)
TRIAL – Feed The Fire (Metal Blade Records)


FLOP 2022:
1. AVANTASIA – A Paranormal Evening.... (Inascoltabile! Che brutta fine Toby...)
2. HAMMERFALL – Hammer Of Dawn (Mah!)
3. CANDLEMASS – Sweet Evil Sun (Disco estremamente piatto!)


TOP LIVE 2022
Purtroppo la mia attività live non è ancora ripartita completamente dopo la pandemia, ma confido nel 2023!

RIVELAZIONE 2022
Seventh Storm (dal nulla hanno tirato fuori un DISCO BOMBA che fa impallidire parecchi “veterani”!).

BRANO PREFERITO – PIU’ ASCOLTATO DELL’ANNO
The Moon (Amorphis)

GRUPPO DI CUI SENTI MAGGIORMENTE LA MANCANZA
Symphony X (per fortuna c’è stato il disco di Romeo, ma l’astinenza dalla mia band preferitainizia a pesare!)

RICORDERAI PER SEMPRE IL 2022 COME L’ANNO IN CUI....
Sono riuscito a fare il mio primo video per metal.it (monografia Gamma Ray)

SPERANZE MUSICALI E NON PER IL 2023
Musicali: tornare finalmente a godermi dei live, come ai bei vecchi tempi
Non musicali: sarò banale: auguro semplicemente tanta salute ai miei cari e a chi mi vuole bene (e ovviamente a chi vuole bene a metal.it!)

ROBERTO "DULNIR" ALFIERI

Immagine


Top 10 2022
1) STEVE VAI - Inviolate (Mascot)
Un disco che eleva Steve Vai sempre più verso la perfezione compositiva
2) VIO-LENCE - Let the world burn (Metal Blade)
Un EP che fa aumentare spasmodicamente l’attesa per il nuovo full length
3) SKID ROW - The gang’s all here (earMUSIC)
Disco strepitoso che ci riconsegna la band in pienissima forma
4) MESSA - Close (Svart)
L’album della maturità per una band costantemente in crescita
5) THE TROOPS OF DOOM - Antichrist reborn (Alma Mater)
Un disco che ha nel DNA il sound primordiale dei Sepultura
6) RIOT CITY - Electric elite (No Remorse)
Attualmente sul gradino più alto del podio delle nuove leve del classic metal
7) HEILUNG - Drift (Season Of Mist)
L’unica vera alternativa ai maestri Wardruna per quanto riguarda il folk norreno
8) KIRK HAMMETT - Portals (Blackened Recordings)
Gradevole EP che lascia fuoriuscire varie sfaccettature dello stile di Kirk, che non vive di solo wha-wha
9) KRILLOAN - Emperor rising (Scarlet )
Incredibile scoperta di fine anno, old school power metal che mi ha fatto fare un tuffo nei nineties


Immagine

Tre flop/delusione 2022
Una per tutte: “The sick, the dying… and the dead!” dei Megadeth. Dopo “Dystopia” Ci credevo davvero in un altro grande album. Niente da fare…

Top live 2022
Eric Clapton all’Unipol Arena di Bologna. Tre anni di attesa, causa rinvii Covid, ma ne è valsa davvero la pena!

Brano preferito/più ascoltato dell'anno
“Knappsack” di Steve Vai, e, paradossalmente, “We’ll be back” dei Megadeth, che mi aveva fatto ben sperare riguardo il resto dell’album, e invece…

Gruppo di cui senti maggiormente la mancanza
Senza se e senza ma: SLAYER!

Speranze musicali e non per il 2023
Musicalmente aspetto i nuovi dischi di King Diamond e Mercyful Fate, con ansia… Personalmente, spero in un 2023 meno burrascoso di questo 2022

FRANCESCO "FRANK" GOZZI

Immagine


Top 10 2022
1) RIOT CITY - Electric Elite (No Remorse)
Campioni del mondo. Un bagno d’acciaio in grado di rigenerare la mente ed il corpo.
2) SUMERLANDS - Dreamkiller (Relapse)
Melodie pop su linee di chitarra elaborate: funziona alla grande.
3) TRIAL - Feed The Fire (Metal Blade)
Pezzi più diretti ma costruiti sempre con grande classe. Un altro centro-
4) EVIL INVADERS - Shattering Reflection (Napalm)
Meno speed, meno thrash, più metal classico. Sempre bravi ‘sti ragazzi.
5) SAXON - Carpe Diem (Silver Lining)
Non è un capolavoro ma un gran disco solido. Vuoi mettere rispetto agli altri matusa?.
6) HEAVING EARTH - Darkness of God (Lavadome Productions)
Uno dei pochi album di death metal in cui si siete “il male”.
7) YMIR - Aeons of Sorrow (Werewolf Records)
Il black, come una volta.
8) MYTOSPHERE - Pathological (Cruz Del Sur)
Gran bella sorpresa heavy/doom/prog.
9) FER DE LANCE - The Hyperborean (Cruz Del Sur)
Un disco grosso, vero, evocativo, ciccione, onirico, antico... "Odisseaco”, realmente maschio, vero, senza facili melodie o motivetti.
10) THE CULT - Under The Midnight Sun (Black Hill Records)
Grande ritorno alla dolce malinconia.


Immagine

Tre flop/delusione 2022
SWORD - III
Oltre 30 anni d’attesa per una fetecchia puzzolente.
OZZY OSBOURNE - Patient Number 9
E’ incredibile come la gente si faccia andar bene questo schifo solo perché porta il suo nome.
HAMMERFALL - Hammer of Dawn
20 anni di nulla cosmico fatto di business e show pirotecnici. Di buona musica neanche l’ombra.

Top live 2022
Niente da dichiarare.

Rivelazione 2022
PHANTOM SPELL - Immortal’s Requiem (ottimo hard-prog ’70)
MOONLIGHT SORCERY - Piercing Through The Frozen Eternity (piccoli Stormkeep crescono)
SEVENTH STORM - Maledictus (heavy classico con uno stile moderno)

Brano preferito/più ascoltato dell'anno
RIOT CITY - “Beyond The Stars”

Gruppo di cui senti maggiormente la mancanza
DEATH, sempre.

Ricorderai sempre il 2022 come l'anno in cui...
Un altro bell’anno di merda che si aggiunge alla collezione. Una collezione che continua ad ampliarsi…

Speranze musicali e non per il 2023
Spero che i prezzi dei concertoni arrivino presto a superare i 200/300€ così che la gente possa essere spellata viva come merita, soprattutto quelli che “devo andarci”, quelli che “glielo devo”, quelli che “eh, ma sono loro”. Ovviamente sono poi gli stessi che brontolano sul fatto che non ci sia nuova musica interessante. Capre.

GABRIELE MARANGONI

Immagine


TOP 2022
1) THE ARISTOCRATS - With Primuz Chamber Orchestra (BOING!)
2) THR CHRONOMASTER PROJECT - The Android Messiah (Elevate)
3) THE DEAR HUNTER - Antimai (Cave & Canary Goods)
4) DOCKER'S GUILD - The Age Of Entropy (Elevate)
5) LALU - Paint The Sky (Frontiers)
6) MAJOR PARKINSON - Valesa (Chapter I: Velvet Prison) (Apollon)
7) MUSE - Will Of The People (Warner)
8) STAR ONE - Revel In Time (InsideOut)
9) VIVALDI METAL PROJECT - EpiClassica (-)
10) VON HERTZEN BROTHERS - Red Alert In The Blue Forest (Doing Being)


Immagine

FLOP 2022
1) LANA LANE - Neptune Blue (Frontiers)
2) OU - One (InsideOut)
3) SONATA ARCTICA - Acoustic Adventures (Atomic Fire)


LIVE 2022
Purtroppo, nulla da segnalare...

RIVELAZIONE 2022
HER SHADOW

BRANO PIU' ASCOLTATO DEL 2022
PORCUPINE TREE - Harridan

GRUPPO DI CUI SENTO MAGGIORMENTE LA MANCANZA
MEAT LOAF / JIM STEINMAN

RICORDERO' SEMPRE IL 2022 COME L'ANNO IN CUI
la Russia ha invaso l'Ucraina

SPERANZE MUSICALI PER IL 2023
Vorrei tornare a frequentare qualche concerto...

GIANLUCA "GRAZ" GRAZIOLI

Immagine


TOP 2022
1) RIOT CITY - Electric Elite (No Remorse)
C'è ancora una speranza per il metal. Grazie di cuore!
2) VIO-LENCE – Let the World Burn (Metal Blade)
Non avrei mai pensato di ritrovarli vivi, invece sono in formissima. Sean rules!
3) EVIL INVADERS – Shattering Reflection (Napalm)
Gli assoli ed i riff attualmente più belli del metal, con dei suoni perfetti.
4) DRAGONLAND - The Power of the Nightstar (AFM)
Un altro ritorno inaspettato, finalmente un album energico e senza fronzoli, della maturità.
5) XENTRIX - Seven Words (Listenable)
30 anni di assenza e poi due dischi thrash che insegnano al 95% del resto della scena.
6) KURNALCOOL - The Final Tazz
La colonna sonora della mia vita.
7) FRETERNIA - The Final Stand (Rock Of Angels)
30 anni di assenza e poi due dischi power che insegnano al 95% del resto della scena...ehi, dove l'ho già sentita questa?
8) MASTER BOOT RECORD - Personal Computer (Metal Blade)
Un giorno i robot domineranno il mondo: ci siamo quasi.
9) STRATOVARIUS - Survive (earMusic)
Forse non il migliore degli ultimi 4 ma sempre una garanzia.
10) BLIND GUARDIAN - The God Machine (Nuclear Blast)
Forse ci voleva quella cagata del disco orchestral-sinfonico per farli finalmente rinsavire?


Immagine

Tre flop/delusione 2022
La più grande delusione è "The Bloodwater Rebellion" dei Keldian. Mi hanno ammazzato.
Pessimo il ritorno degli Sword, sarebbe stato meglio che non fossero mai tornati. Mi aspettavo molto meglio dai Megadeth.

Top live 2022
Vio-Lence + Xentrix + Whiplash + Artillery. Mi è costato di salute ma ho vissuto uno dei più bei concerti della mia vita.

Rivelazione 2022
Dopo tanti anni di novità entusiasmanti, in questo 2022 non ho trovato giovani band che mi hanno fatto saltare dalla sedia.

Brano preferito/più ascoltato dell'anno
Eye of the Jaguar e Severed Ties dei Riot City, cd già letteralmente consumato.

Gruppo di cui senti maggiormente la mancanza
Burzum.

Ricorderai sempre il 2022 come l'anno in cui ...
Ho finalmente visto i Kurnalcool dal vivo (due volte!) dopo 30 anni di attesa.

Speranze musicali e non per il 2023
Vedere i Dark Angel dal vivo.
La salute.

EMILIANO "KALYMAH" VERRECCHIA

Immagine


TOP 2022
1) BHLEG – Fäghring
2) KRVNA – For Thine Is The Kingdom Of The Flesh
3) SVART VINTER – Mist
4) SATANIC WARMASTER - Aamongandr
5) ΑΧΕΡΟΝΤΑΣ - Malocchio: The Seven Tongues of Δαημων
6) AD NOCTEM FUNERIS – Abyss, Fire, Brimstones
7) NOCTURNAL TRIUMPH - Nocturnal Triumph
8) TOMARUM – Ash In Realms Of Stone Icons
9) MISÞYRMING - Með hamri
10) NËBRAHHARTËN - Metamorphosis


Immagine

FLOP DELUSIONE
Dark Funeral! (Mai mi sarei aspettato un album cosi vuoto, plastificato e paraculo da una delle mie band preferite)
Ashes (album “ Gloom, Ash And Emptiness To The Horizon” - evoluzione inutile e melensa, peccato)

TOP LIVE 2022
L’ultimo live che ho visto ? Wacken 2001 o 2002 non saprei

RIVELAZIONE 2022
Più che rivelazione, folgorazione : Nëbrahhartën, poi mi é scaduto pubblicando 7 dischi in 7 giorni.
Tomarum – prog black metal di livelli celestiali

BRANO PREFERITO PIU’ ASCOLTATO DELL’ANNO
Ascolto album non brani!

GRUPPO DI CUI SENTO MAGGIORMENTE LA MANCANZA
I vecchi DARKTHRONE (quelli degli ultimi anni sono una pagliacciata che non fa ridere)
Ma soprattutto gli SLAYER.

RICORDERAI PER SEMPRE IL 2022 come l’anno in cui
Non ci siamo qualificati al secondo mondiale di seguito, figura di merda mondiale (appunto)

Speranze musicali e non per il 2023
Musicalmente nessuna speranza, ma spero che Faidra non tradisca … per il resto spero di trovare il tempo per scrivere qualcosa che non sia di musica...

MATTEO "EMPEROR" MAPELLI

Immagine


Top 2022
1) SADIST – Firescorched (Agonia Records)
2) CADAVERIA – Emptiness (Time To Kill)
3) ANTROPOFAGUS – Origin (Agonia Records)
4) ABHOR - Sex Sex Sex (Ceremonia Daemonis Anticristi) (Iron Bonehead Productions)
5) EXPIATORIA – Shadows (Black Widow)
6) MEGADETH - The Sick, The Dying…And The Dead! (Universal)
7) KREATOR - Hate Uber Alles (Nuclear Blast)
8) AUTOPSY - Morbidity Triumphant (Peaceville)
9) BEHEMOTH - Opvs Contra Natvram (Nuclear Blast)
10) SPIRAL SKIES - Death Is But A Door (AOP)


Immagine

Flop 2022
ANGUISH FORCE – The W8 Of The Future (Wanikya Record)
BLOODBATH – Survival Of The Sickest (Napalm Records)
NORDJEVEL – Gnavòl (Indie Recordings)

Top Live 2022
Nulla da dichiarare, perché non ho visto nessun concerto quest’anno.

Rivelazione 2022
EXPIATORIA

Brano preferito/più ascoltato dell’anno
BEHEMOTH “Neo – Spartacvs”

Gruppo di cui senti maggiormente la mancanza
EMPEROR

Ricorderai sempre il 2022 come l’anno in cui
Ho perso la mia amata nonna a Luglio.

Speranze musicali e non per il 2023
Un grande ritorno per gli Immortal e spero di vedermi dei concerti interessanti.

FRANCESCO METELLI

Immagine


Top 2022
1) OCEANS OF SLUMBER – Starlight And Ash (Century Media)
2) SUMERLANDS – Dreamkiller (Relapse)
3) H.E.A.T. – Force Majeure (earMusic)
4) NORDIC UNION – Animalistic (Frontiers)
5) IMMOLATION – Acts Of God (Nuclear Blast)
6) RECKLESS LOVE – Turborider (AFM)
7) PHANTOM SPELL – Immortal’s Requiem (Independent)
8) MAGNUM – The Monster Roars (SPV)
9) LORD ELEPHANT – Cosmic Awakening (Independent)
10) HUMANOTONE - A Flourishing Fall In A Grain Of Sand (Independent)


Immagine

Flop Album
1) Kreator – Hate Uber Alles (Nuclear Blast)
2) Stratovarius – Survive (earMusic)
3) Grave Digger – Symbol Of Eternity (ROAR! Rock Of Angels)


Top Live Album
Thy Catafalque – Mezolit (Live At Fekete Zaj) (Season Of Mist)

Rivelazione Dell’Anno
Adamantis – The Daemon’s Strain (Cruz Del Sur)

Brano preferito/più ascoltato dell’anno
Entombed – Sinners Bleed

Gruppo di cui senti maggiormente la mancanza
Manilla Road

Ricorderai sempre il 2022 come l’anno in cui…
si sono costruite e consolidate molte amicizie.

Speranze musicali e non per il 2023
Musicali, un live dei tempi d’oro dei Virgin Steele e un nuovo disco dei Grave. Non musicali, si spera la laurea.

MARCO PEZZA

Immagine


Top 2022
1) CATS IN SPACE - Kickstart The Sun (Harmony Factory)
Stavolta siamo di fronte ad un doppio album, ben 15 canzoni nel disco principale più altre 10 bonus nel secondo dischetto, il tutto senza che ci sia una sola canzone sottotono, un solo riempitivo.
Qui siamo di fronte alla perfezione in ambito Pomp/Aor, con un songwriting eccelso, una esecuzione di assoluta classe ed una produzione al top.
2) KISS - Creatures Of the Night 40° Anniversary (Mercury)
è il disco più duro, più heavy e più oscuro dell'intera discografia, con gemme quali la titletrack, "I Love It Loud" e "War Machine", tutt'ora presenti nel live set della band. Edizione super lusso e super ricca
3) MOTORHEAD - Iron Fist 40° anniversary (Bmg)
disco troppo sottovalutato da critica e fans, da riscoprire assolutamente. Questa edizione contiene versioni interessanti, sono demo e spesso hanno testi e parti musicali differenti, inoltre ci sono versioni di canzoni edite su Iron Fist che risultano addirittura più veraci e crude della versione finale apparsa sul disco.
Da segnalare da ultimo la presenza di tre strumentali
4) SLASH - 4 (Gibson)
"4" è di gran lunga il miglior album della band di Slash, Kennedy e combriccola varia, non ci sono dubbi su questo; pesca nel blues e nel rock'n'roll stradaiolo per regalarci 10 piccoli gioiellini di hard rock.
5) VENOM - In Nomine Satanas 40°Anniversary (Bmg)
l'importanza dei Venom é indiscutibile avendo gettato per primi insieme ai Motorhead il seme del metallo estremo ed i frutti di questa "semina" sono ampiamente raccolti in questo boxset.
6) VENOM INC - There's Only Black (Nuclear blast)
i Venom Inc, col loro metal un pò old school ma anche moderno e chirurgico, se la giocano alla grande coi Venom di Cronos che con l'ultimo album "Storm The Gates" del 2018 sono tornati a minacciarne il trono.
7) OZZY OSBOURNE - Patient Nr 9 (Epic)
dal punto di vista musicale il Madman non ha perso la sua creativita' anche se, ben inteso, le sferzate metal degli esordi ormai sono un lontano ricordo, l'Ozzy del 2022 e' quello scaturito nel 2020 con "Ordinary Man" vale a dire un distinto signore di una certa età che ha capito (forse ) il senso della vita e la strada da intraprendere senza autodistruggersi.
8) SHINEDOWN - Planet Zero (Warner bros)
Musicalmente gli Shinedown piazzano un altro colpo da '90 con ben 20 brani per una lunghezza del disco assolutamente non eccessiva che rende il tutto scorrevole e fresco. Grandi linee melodiche, riff fra il nu e l'alternative metal, un pizzico di elettronica e chorus sempre orecchiabili sono la formula vincente di un sound che suona fresco ed innovativo
9) NAZARETH - Surviving The Law (Frontiers)
Erano mesi che non mi capitava di scapocciare e battere il piedino come mi è successo ascoltando il fenomenale brano di apertura "Strange Days" dal ritmo semplicemente irresisitibile, che ben evidenzia le coordinate musicali del disco vale a dire canzoni scarne, essenziali ma con un groove pazzesco, chitarre graffianti e ruspanti, una base ritmica potente (si senta il basso slappato e profondo) e, su tutto, le vocals potenti ed acute di Carl Sentance, vero trademark del gruppo-
10) FELSKINN - Enter The Light (Roar)
Dalla loro hanno una grinta ed una brillantezza compositiva come pochi, nonchè una grande ugola duttile, potente e versatile come quella di Andy Portmann, vero asso nella mancia del combo svizzero che sa aggredire o ammaliare.


Immagine

Tre flop/delusione 2022
L’attesa ancora andata vana del fantomatico disco solista di lemmy, ampiamente annunciato e mai pubblicato.
Non ho trovato dischi che mi abbiano particolarmente deluso fra quelli da me recensiti.
La mancanza di un vero gruppo che faccia gridare al miracolo, per cui si possa dire che entrera’ nella storia, viviamo ancora di rendita sui nomi storici

Top live 2022
Nessuno.

Rivelazione 2022
Nessuno.

Brano preferito/più ascoltato dell'anno
"Strange Days" dei Nazareth

Gruppo di cui senti maggiormente la mancanza
Serve dirlo? Motorhead.

Ricorderai sempre il 2022 come l'anno in cui...
Troppi problemi famigliari purtroppo.

Speranze musicali e non per il 2023
Stop alla guerra in Ucraina.
Che gli annunciati tour d’addio dei big finiscano veramente e non siano tour d’addio per finta, meglio lasciare la scena con onore che con ridicolaggine.

PIPPO "SBRANF" MARINO

Immagine


Top 2022
1) FELLOWSHIP - The Saberlight Chronicles (Avalon)
2) INDUCTION - Born from Fire (Atomic Fire Records)
3) TRICK OR TREAT - Creepy Symphonies (Scarlet Records)
4) MICHAEL ROMEO - War of the Worlds part 2 (InsideOut Music)
5) THRESHOLD - Dividing Lines (Nuclear Blast)
6) CHRONOSFEAR - The Astral Gates Pt. 1: A Secret Revealed (Elevate Records)
7) EVEN FLOW - Mediterraneo (Independent)
8) VIRTUAL SYMMETRY - Virtual Symmetry (Sensory Records)
9) DEATHLESS LEGACY - Mater Larvarum (Scarlet Records)
10) VISIONS OF ATLANTIS - Pirates (Napalm Records)


Immagine

DISCHI FLOP
SLIPKNOT The End, So Far
RING OF FIRE Gravity
VOLTURIAN Red Dragon

Rivelazione 2022
sicuramente I Fellowship, mi hanno svoltato la playlist con il loro power tolkeniano e happy, ma nel modo giusto!

Brano preferito/più ascoltato dell'anno
“Ora pro Nobis” (Deathless Legacy)

Gruppo di cui senti maggiormente la mancanza
i Kamelot con Khan

Ricorderai sempre il 2022 come l'anno in cui...
mi sono sposato e ho scoperto di essere Asperger!

Speranze musicali e non per il 2023
il ritorno dei Symphony X

SEBASTIANO "SEBA DALL" DALL'ARMELLINA

Immagine


Top 2022
1) ANNA VON HAUSSWOLF - Live at Montreaux Jazz Festival (Southern Lord Records)
la cantante/organista/chitarrista svedese dal vivo riesce a rendere il suo mix di Doom, Darkwave, Pop e altre chincaglierie sonore, un qualcosa di sacrale e ipnotico.
2) MESSA - Close (Svart Records)
dopo un’interessante debutto e un gioiello nel quale il Jazz era l’asso nella manica che faceva svettare i Messa sopra a molti colleghi, con il terzo lavoro i confini si espandono sempre di più con un forte accento etnico che ci fa viaggiare tra nord africa e medio oriente.
3) HATE & MERDA - Ovunque Distruggi (Dio Drone, Toten Schwan Records, Breathe Plastic Records)
lo Sludge Metal è un linguaggio adattissimo ad esprimere il male di vivere.
4) INCANTVM - Strigae (I,Voidhanger)
Black Metal “inquisitorio”, con un’interpretazione magistrale da parte dei vari attori coinvolti. Il dialogo tra l’Inquisitore e la Donna accusata di stregoneria può benissimo essere incluso tra il meglio del cantautorato nostrano.
5) PERIGEO - One Shot Reunion – Live in Florence (Abeat)
un ultimo saluto ai propri fans con un modo unico di intendere il Progressive tra un Jazz Rock “mediterraneo” pregno di tante influenze musicali.
6) PLAKKAGGIO - Verso la Vetta (Time to Kill Records)
tra Musica Oi!, Power Metal e Punk Hardcore, i Plakkaggio sono il ponte ideale tra le galassie Metal e Punk. Poi le citazioni sono davvero gustose!
7) SOFT MACHINE - Facelift, France & Holland (Cuneiform Records)
una doppietta di concerti di uno dei massimo esponenti del Prog di Canterbury in un doppio live pazzesco ricco di improvvisazioni varie ed eventiali.
8) RATOS DE PORAO - Necropolitica (F.O.A.D. Records)
uno dei loro lavori più Crossover/Thrash, ma la rabbia brucia più che mai nell’Hc di questi reietti brasiliani. Il mondo invece di migliorare, peggiora, ed è giusto che qualcuno lo dica a gran voce!
9) VOIVOD - Synchro Anarchy (Century Media)
meno strampalato e decisamente più accessibile del suo folle predecessore, eppure la navicella “Voivod” ha partorito un altro album di livello assoluto. Me cojoni!
10) PINK FLOYD - Animals (2018 Remix) (Pink Floyd Music)
serve davvero che dica qualcosa al riguardo? Ok, pensavo che fosse completamente inutile e invece forse questo lifting ridà nuove sfumature e sensazioni a questo capolavoro.


Immagine

Tre flop/delusione 2022
1) I Grandi eventi Rock/Metal annunciati per il 2023 (ladrerie legalizzate)
2) Calibro 35 - Scacco al Maestro Volume 1(Universal Music Italy)
troppo calligrafico dei confronti delle grandiose colonne sonore di Ennio Morricone quando invece in passato i Calibro 35 ci avevano abituati ad osare.
3) Wind Rose - Warfront (Napalm Records)
un notevole passo indietro rispetto al precedente (ottimo) lavoro, molto omologato a quelli che sono gli standard (bassi) del Power Metal odierno e a quel trend che sovrasta la componente “Metal” con cori e orchestrazioni a catinelle. Citare gente come Hammerfall o altri che o sono in declino da anni o che raramente hanno fatto cose di qualità (Sabaton?) è come sparare sulla Croce Rossa.

Top live 2022
Tra Satanik Commando, Luppolo in Rock, la Nottata di Rovina Punk, il Venezia Hardcore e il Frantic è davvero dura scegliere… quindi dico le Mele Marce al Distruggi la Bassa!

Rivelazione 2022
Notturno “Obsessions” (il ritorno degli Star One non lo cito solo perché quel vecchio volpone di Lucassen in passato ci ha già abituati molto bene)

Brano preferito/più ascoltato dell'anno
Senza alcun dubbio “Rivolta” dei Plakkaggio

Gruppo di cui senti maggiormente la mancanza
Quella folle unione tra Jingle pubblicitari, cover Pop e Hardcore Punk velocissimo fatto dagli Ifix Tcen Tcen nei loro unici due album (“Liquid Party” dell’89 e “Oltre la Collina” del ’90)

Ricorderò sempre il 2022 come l'anno in cui
c’è stato il ritorno alla normalità dopo due anni di pandemia, lockdown, concerti contingentati, seduti e mascherati o live in streaming.

speranze musicali e non per il 2023
- Ad un’organizzazione meno scriteriata dei grandi eventi in Italia (ma già da ora è una speranza vana)
- Un lavoro convincente dei Metallica
- Alla rifioritura del Power Metal e dello Stoner che negli ultimi anni sono diventati tra le cose più stantie e banali in ambito Metal
- Ad un “vero” ritorno dei Vektor dopo il due di picche avuto in extremis dalla Century Media in questo 2022.

ALESSANDRO "SOULWARRIOR" ZAINA

Immagine


Top 2022
1) WOODS OF DESOLATION - The Falling Tide (Season of Mist)
2) BLACK THERAPY - Onward (Black Lion Records)
3) DARKANE - Inhuman Spirits (Massacre Records)
4) MOONSHADE - As We Set The Sky Ablaze (Indipendente)
5) PERSEFONE - Metanoia (Napalm Records)
6) LUNAR TOMBFIELDS - The Eternal Harvest (Les Acteurs de l'Ombre)
7) CREDIC - Vermillion Oceans (Black Lion Records)
8) MOONLIGHT SORCERY - Piercing Through the Frozen Eternity (Avantgarde Music)
9) ANTE-INFERNO - Antediluvian Dreamscapes (Vendetta Records)
10) AND NOW THE OWLS ARE SMILING - Epitaph (Clobber Records)


Immagine

Tre flop/delusione 2022
Ne indico solo UNO: MORS PRINCIPIUM EST - Liberate the unborn inhumanity (AFM Records)

Top live 2022
Amorphis + Eluveitie + Dark Tranquillity + Nailed to Obscurity

Rivelazione 2022
MOONLIGHT SORCERY

Brano preferito/più ascoltato dell'anno
CREDIC - Vermillion Oceans

Gruppo di cui senti maggiormente la mancanza
Sono ancora in attività...sento la mancanza del Ricordo che avevo di alcuni gruppi

Ricorderai sempre il 2022 come l'anno in cui...
HANNO RIPRESO I LIVE DOPO 2 ANNI DI STOP!!!

Speranze musicali e non per il 2023
Non avrei mai creduto di dirlo: il nuovo album degli IN FLAMES ;-)

FABIO ZAMPOLINI

Top 2022
1) DARE - Road to Eden
2 TREAT - The Endgame
3) RIOT CITY -Electric Elite
4 THE DEAD DAISIES - Radiance
5) GHOST - Impera
6) OZZY OSBOURNE - Patient Nr. 9
7) STRATOVARIUS - Survive
8) DOROTHY - Gift from the Holy Ghost
9) MEGADETH - The Sick, the Dying and the Dead
10) GIANT - Shifting Time


Immagine
Articolo a cura di Gianluca 'Graz' Grazioli

Ultimi commenti dei lettori

Leggi la discussione completa
Inserito il 31 dic 2022 alle 14:28

Signori, sbaglio o è passato un po' in sordina sto classificone di fine anno? O sono rimbambito io... nessun video sul canale yt, articolo relegato a fondo pagina sul sito senza nessun rimando visivo un po' più in evidenza... apro il sito quasi tutti i giorni e mi sono accorto solo oggi che avete fatto le classifiche! Comunque, lascio il mio album dell'anno + top 10, di questo stranissimo 2022 che mi ha visto compilare una classifica ricca di album "leggerini" e prog. Buon anno! DISCO DELL'ANNO Fer de Lance - The Hyperborean TOP10 (in ordine sparso) Riot City – Electric Elite Voivod - Synchro Anarchy Iron Griffin – Storm Of Magic Trial – Feed The Fire Sumerlands – Dreamkiller Spell - Tragic Magic Mythosphere – Pathological Galaverna – Wagdans Hällas - Isle of Wisdom Birth - Born GRUPPO DEL QUALE SENTO LA MANCANZA Ora e per sempre Manilla Road.

Inserito il 26 dic 2022 alle 10:43

DEF LEPPARD – ‘Diamond Star Halos’ GHOST – ‘Impera’ H.E.A.T – ‘Force Majeure’ JOE SATRIANI – ‘The Elephants Of Mars’ JOURNEY – ‘Freedom’ KING’S X - ‘Three Sides of One’ KORN – ‘Requiem’ MEGADETH - ‘The Sick, The Dying...and The Dead.’ OZZY OSBOURNE – ‘Patient Number 9’ STEVE VAI – ‘Inviolate’ SUMERLANDS – ‘Dreamkiller’ VOIVOD – ‘Synchro Anarchy’ GIRISH AND THE CHRONICLES – ‘Hail To The Heroes’